giovedì 5 marzo 2015

Amo le domande perché è bello aver qualcosa cui rispondere

Sul blog de La Folle, qualche giorno fa ho letto un elenco di domande riguardo il "come viaggiamo".
Dato che mi piace questo genere di cose, pur non essendo un viaggiatore, ho deciso di rispondere.

5 domande ed altrettante risposte.

1- Dove dormo?
Premetto: dormire per me è una perdita di tempo. Sono in vacanza per godermi il luogo che sto visitando, non per dormire o per passare il tempo nella stanza di un albergo a guardare tv.
Detto questo, cerco sempre la sistemazione più economica e strategicamente vicina ai mezzi pubblici.
Il luogo in cui dormo è solo un "campo base" da cui partire ed a cui tornare per riposare lo scheletro, nulla più che una branda ed un bagno.
Ecco, unica cosa su cui sono rigoroso: bagno privato. Voglio il mio bagno, nella stanza in cui dormo.

2- Dove mangio?
Direi dove capita. Cerco sempre di informarmi su quali siano le pietanze tipiche del luogo e di trovare il tempo per provarle almeno una volta. Se conosco qualcuno del luogo mi faccio consigliare un ristorante o una trattoria adatta a mangiare possibilimente bene, possibilmente tanto (ho tanta fame) e senza dovergli lasciare un rene in pegno.
Così, oppure un paio di panini presi in mercato ed assemblati somewhere.
(pranzo al sacco, cena in locale, come idea).

3- Come mi muovo?
AMO viaggiare in treno, quindi, se posso, arrivo alla meta in treno. Da lì, mi muovo con i mezzi pubblici o a piedi (mi piace anche camminare).
Non mi piace l'idea di prendere a nolo una macchina e di guidarla in una città che non conosco, piuttosto cammino 15 ore (cosa che faccio spesso, quindi non è un problema.).

4- Attrazioni che scelgo.
Ogni città ha IL monumento che BISOGNA vedere.
Generalmente non m'importa molto, perché a me piace vivere la vacanza, non vedere cose durante la vacanza. Tolte le cose che "Ehi devi vederlo almeno una volta nella vita" (come il Colosseo a Roma, per dire o piazza San Marco a Venezia) difficilmente mi prefisso delle mete precise in una città. Mi piace vagare nella città e scoprirla passeggiando. Ne parlerò in modo più approfondito nel prossimo punto.

5- Strane abitudini.
Io sono io e non si può pretendere che io non abbia strane abitudini, non trovate?

Mi piace sedermi ad un tavolo in una piazza ed osservare le persone. Movenze, gesti, modo di gesticolare, modo di parlare, modi di dire. Mi piace osservare la fauna della città.

Anche se le librerie non cambiano molto da una città all'altra, mi piace fare un tour nelle libreire locali. Difficilmente esco senza almeno un libro.

Socializzo con persone a caso. Ogni gioco di ruolo che si rispetti insegna che gli incontri casuali sono tutto per la trama.

Se devo star in vacanza 3 giorni (per dire) mi organizzo come se dovessi partire una settimana. Sapete, non si sa mai.

Adoro ( nel senso che A-D-O-R-O-!) preparare la lista delle cose da mettere in valigia un paio di giorni prima di partire.



E questo è quanto.
Non sono un grande viaggiatore, come ho detto, ma porto nel cuore come un dolce ricordo ogni viaggio che ho fatto (lungo o breve che sia stato).
Quale sarà la mia porssima meta? Solo il tempo potrà svelarlo.
2. Dove mangio

30 commenti:

  1. Eh mi sa tanto che ti rubo l'idea di questo post. Carina davvero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è mia: è de "La Folle" u_u Viaggiatrice professionista (per così dire)

      Elimina
    2. Allora ruberò l'idea alla Folle, perché è davvero un'idea carina.

      Elimina
  2. Condivido praticamente tutto quanto ma non viaggio esattamente così perche il coinquilino la pensa un po' diversamente su parecchie cose, chiamiamoli compromessi.. anche se spesso si tratta di "si si va bene, basta che non rompi" (reciproci eh!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno ha i propri ritmi nel viaggio come nella vita di ogni giorno. Condividere tali esperienze con qualcuno vuol dire inevitabilmente scendere a compromessi.

      Elimina
  3. Ami i treni?!?!?!??!?!
    Io li detesto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I like trains...
      Ci spenderò un post sul mio amore per i treni.

      Elimina
  4. Bello questo post...
    Azzeccate le domande.
    E pure le risposte.

    Per certi versi mi ritrovo integralmente.
    Salvo il fatto che ho dormito ovunque, ma sul serio, e che le notti migliori sono quelle che non ho dormito.
    Spreco di tempo, in vacanza.
    Non che il resto del tempo, pure, non lo sfida.
    Solo che se ogni tanto non dormo rischio di morire... :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dormire è SEMPRE uno spreco di tempo. In vacanza lo è doppiamente perché potresti fare mille e più cose.

      Tranquilla che ho dormito nei luoghi più differenti: dalla camera d'albero, alla macchina alla strada (camminando) a scegli tu dove: probabilmente l'ho fatto.

      Elimina
    2. Idem con patate.
      Ovunque.

      :)))))

      Elimina
    3. Però il cinque stelle all-ma-proprio-all-inclusive va provato ragazzi..

      Elimina
    4. Ho provato la crociera, va bene uguale? :-p

      Elimina
    5. Provato.
      Provata pure la crociera.
      Provato l'ostello.
      Provata la casina di legno in una baia dove non c'erano luce ed acqua corrente.

      Tutto va provato, di questo sono convinta.

      Elimina
  5. Tranne per il fatto che amo godermi anche l'albergo (ho una vera passione per gli hotel), per il resto siamo molto simili. Oddio, un ristorantino anche a pranzo e magari la sera panino e birra in un pub... ci può anche stare^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche, anche.
      Intendevo dire che il pranzo è più una cosa al volo, mentre la cena è più da sedersi e mangiare in relax. Però un ristorantino a pranzo, perché no?
      (a San Marino ho pranzato in ristorante, del resto)

      Elimina
    2. Anch'io sono per i pranzi al volissimo.. in vacanza sono uno spreco di tempo (come dormire), in più in tantissimi luoghi e città d'arte a pranzo puoi visitare un sacco di posti semi tranquillamente mentre la maggior parte della gente si ammucchia e si accalca a tavola..

      Elimina
  6. Concordo su tutto, meno che sul mezzo preferito. Il mio è l'aereo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più di 10 anni che non mi capita di viaggiare in aereo, fra una cosa e l'altra...

      Elimina
    2. Ovvio che alla Maldive in regionale viene dura..

      Elimina
  7. Questo tag mi piace sempre di più, adoro leggere le vostre risposte. Le tue sono molto curiose. L'abitudine del sedersi ad osservare le persone mi piace, vorrei farlo anche io ogni tanto se non viaggiassi sempre coi minuti contati. I libri anche, che meraviglia. Prendi quelli tradotti o ti butti sulla lingua locale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi butto su quello che mi capita a mano e mi ispira. Seguo il caso e l'istinto

      Elimina
    2. E riesci a leggerli poi? O li tieni come souvenir?

      Elimina
    3. I libri sulle realtà del posto sono chicche che spesso puoi trovare solo in loco... (io tradotti comunque.. )

      Elimina
  8. pure io adoro le domande, basta che non siano i primi 5 minuti del mattino oppure prima di un caffè oppure quando ho le scatole girate oppure durante un telefilm oppure mentre sono in discoteca... mh... mi sa che non amo proprio tanto le domande!
    Comunque bel post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono momenti e momenti.
      A volte le domande sono belle, altre volte le domande hanno un morso come risposta.

      (se poi sono domande stupide, in qualsiasi momento avranno come risposta, una risposta stupida).

      Elimina
  9. ah! Sei caduto anche tu in questo giochino fichissimo!
    Scrivere la lista per la valigia è un'arte, anche io
    l'A-D-O-R-R-O

    RispondiElimina
  10. La penso come te... E anche l'idea del treno non mi dispiace! Se poi hai un buon libro/buona musica e qualcuno di speciale con cui passare il tempo, diventa perfetto!

    Baciiii

    RispondiElimina