lunedì 25 aprile 2016

Voglia

Voglia di scrivere.
Di cosa però?
Non ne ho idea, in effetti.
Vorrei fare tante cose, in questo periodo.
Vorrei scrivere il racconto che ho accantonato e rimane in un angolo della mia mente, silente.
Vorrei iniziare il nuovo libro appena arrivato, dal momento che ho appena terminato L'analfabeta che sapeva contare.
Vorrei trovare l'ispirazione per quei 4 lavoretti che dovrei fare in casa.
Vorrei che le mie giornate fossero composte da 48 ore, come nei bei tempi in cui non riuscivo a dormire per più di 4 ore a notte.
Vorrei avere il tempo di guardare tutti quei film che ho lasciato in arretrato.
Vorrei non sentire il tempo che passa senza permettermi di sentirmi parte di esso.
Vorrei dedicarmi al giardinaggio o almeno provarci con qualcosa che somigli ad una costanza.
Vorrei avere costanza nelle cose che vorrei fare, invece che cambiare le cose appena le inizio.
Vorrei non apprezzare le piccole cose della vita, così potrei imparare a farlo e rimanerne sorpreso ed affascinato.
Vorrei non vedere la mia vita bella come oggettivamente è, per spronarmi a fare di meglio.

Vorrei tante cose e forse nessuna di queste veramente, perché in fondo vivo di pronoia.
Sapete cos'è la pronoia?
Sostanzialmente è l'opposto della paranoia.
Si può riassumenre nella ferma convinzione che l'universo faccia in modo di convergere ciò che c'è di buono per farmi giungere ciò di cui ho necessità.
In fondo come posso non essere di questo avviso, avendo ottenuto senza sforzi tutto ciò che chiunque altro io veda sembra lottare per trattenere o ottenere a stento?

Il mondo non mi ha fatto mai mancare nulla, quindi come posso davvero desiderare qualcosa?

Cosa si regala a chi ha già tutto?

(ps: il primo che si mette a canticchiare Cremonini, lo vado a prendere a linguette della cocacola in fronte. No, non è una minaccia. Sì, è una promessa. Le minacce si formulano. Le promesse si mantengono).

8 commenti:

  1. Ambé, serata di domande eh.

    Giuro che se trovo una risposta, ri-torno e ri-spondo.

    RispondiElimina
  2. Volere è già qualcosa.
    Potrebbe bastare concentrarsi su una cosa.
    Una sola.
    E provare a farla con estrema dedizione e concentrazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesco a concentrarmi su una cosa soloa perché sentirei di trascurare le altre.

      Elimina
  3. A chi ha tutto direi di regalare una bel week end in campeggio.

    RispondiElimina
  4. È da quando ho iniziato a conoscerti che sento dirti questo, che credi di avere tutto, che tutto ciò che desideri si realizza subito e subito muore, lasciandoti senza sogni. Io ho sempre creduto invece che non scommettessi abbastanza su di te, e continuo a crederlo. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo solo di esser disilluso da me stesso per tanti versi e differenti ragioni.
      E non sono più troppo certo di cosa sia giusto credere

      Elimina